Quando la mia pasta bolle in acqua si sente intensamente l’aroma di mollica di pane caldo.

Ho scelto grani duri tenaci per dar vita ad una semola dorata, omogenea e vellutata. Ho usato le classiche trafile di bronzo e un’essiccazione attenta a bassa temperatura per conservarne quasi intatti i valori. Ho voluto che profumo, sapore e consistenza fossero netti e persistenti e che tenuta di cottura e gusto diventassero inseparabili.

Carla Latini

Spighe

Le spighe

ogni varietà di grano duro ha il suo sapore il suo colore il suo profumo e la sua tenacità.

Dopo 25 anni di ‘mani in pasta’ i ricordi nella mente sono nitidi. Varietà diverse di grano duro da seminare, seguire e raccogliere. Emozioni che non si cancellano ma che emergono ogni volta che accarezzo una spiga. Perché ogni varietà di grano duro ha il suo sapore il suo colore il suo profumo e la sua tenacità. Volevo riassumere tutte le mie esperienze. Tirare una linea e ripartire con semplicità. La mia pasta si chiama 600.27. Ho scelto fra le varietà di grano duro che ho conosciuto nella mia vita, oltre 600, quelle più tenaci, profumate, colorate e saporite. Con esse, nel tempo, ho fatto più di 27 tipi di spaghetti diversi. Oggi le migliori varietà ‘raccolte’, ogni anno, le faccio entrare in squadra.

Lavoro

Il Lavoro

Per fare questa pasta lavoro la semola con le classiche trafile di bronzo.

Applico un’attenta essiccazione a bassa temperatura che dura a seconda dei formati. In questo modo proteggo le caratteristiche nutrizionali, organolettiche e proteiche dei grani duri che, con loro la tenacità, mi garantiscono un dente elegante ed una resistente tenuta di cottura.

Un dente che rende la mia pasta gradevolmente masticabile, gustosa e digeribile. Concepita per la felicità dei buongustai.

Pasta

La pasta

Quando la mia pasta bolle in acqua si sente intensamente l’aroma di mollica di pane caldo.

Il mio consiglio, di sempre, è di assaggiarla scondita. Di condirla, dopo, con una ‘c’ d’olio extravergine (il vostro preferito). Infine di provarla fredda. La consistenza in bocca è decisa e persistente.

Il Pastificio e il Forno Dorico nascono dall’esperienza e dalla sapienza di Carlo e Carla Latini fondatori, nel 1990, del Pastificio Azienda Agraria Latini.

L'intuizione di trasformare in pasta artigianale le varietà di grano duro coltivate nell’azienda agricola, realizzando una filiera corta, permise loro di ridare alla pasta italiana la dignità, il sapore e il gusto che si erano perduti con la lavorazione industriale.

Nel 1991 sono stati i primi a riprendere la coltivazione dell’antica varietà di grano duro italiana Cappelli per farne, nel 1992, la prima pastificazione in purezza al mondo. Spaghetti di solo Cappelli.

Attualmente gli spaghetti sono a catalogo con la nuova denominazione Cappelli Originale 1915. Che racchiude l’esperienza di ben 26 anni di coltivazioni della prima varietà di grano duro italiana.

Dal 1990 ad oggi hanno coltivato, testato e pasti cato piùdi 600 varietà di grano duro ed altri cereali e prodotto più di 27 tipi di spaghetti diversi per materia prima, colore, sapore, profumo e consistenza.

Da questi numeri è nato il nome della nuova linea di pasta di semola di grano duro 600.27. Dove Carla ha voluto esaltare tutti i pregi di una grande pasta artigianale togliendole i difetti. Eliminando definitivamente il problema delle paste artigianali: la mancanza di tenuta di cottura. Del progetto pasta 600.27 fanno parte i Trucioli di Gualtiero Marchesi. Un formato unico e originale.

Forno Dorico di Carlo Latini Nel Gennaio 2013 Carlo Latini apre il Forno Dorico ad Ancona. Un laboratorio sperimentale dove alla conoscenza delle oltre 600 varietà di cereali già testate aggiunge l’esplorazione del mondo dei lieviti che approfondisce, a livello universitario e scientifico.

Oggi, il Pastificio e Forno Dorico producono la Pasta 600.27, gli Spaghetti Cappelli Originale 1915, i Trucioli di Marchesi, i crostini Le Rosselle e i grissini PanBistrò.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni